“Notte di lacrime e preghiere” cantava Venditti ricordando la notte prima degli esami. Per mia fortuna l’ansia da esami è solamente uno spettro del passato ed ho ancora più di qualche anno per prepararmi a quelli di mia figlia! 🙂

Tante mamme però sono già ai blocchi di partenza, pronte a sostenere i propri figli negli esami di fine anno scolastico. Mi rendo conto, dalle vostre confidenze, che per alcuni ragazzi gli esami, che siano di terza media o universitari, possono essere una vera tragedia: preoccupazione eccessiva per la prova, confusione, tremori, agitazione, irrequietezza, incapacità a rilassarsi, tachicardia, nausea e vertigini, fino ad arrivare a veri e propri attacchi di panico.

Come essere d’aiuto?

Per prima cosa: mamme, calma e sangue freddo! Non eccediamo con ansie e aspettative ma non svalutiamo l’evento. Per i nostri ragazzi è il primo banco di prova da superare contando SOLO sulle loro capacità. Incitiamoli a dare il meglio.

Cerchiamo di creare a casa un ambiente tranquillo, silenzioso e rilassato dove poter ripetere e studiare.

Curiamo la loro alimentazione con cibi sani e leggeri e tanta acqua.

Sproniamoli ad uscire con gli amici e ad andare a fare sport per liberare endorfine, eliminare tossine, pensieri negativi e stress.

Ricordiamoci, poi, che l’ansia non è sempre negativa! Se mantenuta nei giusti livelli è un’adrenalina produttiva, cioè aziona nel nostro organismo e nel nostro cervello tutti i meccanismi finalizzati al successo. Inoltre, una moderata ansia da prestazione favorisce migliori risultati rispetto alla completa assenza.

“E se tutto ciò non bastasse ad assicurare un po’ di serenità?”

È la domanda che mi fate più spesso in questo periodo. Se tutto ciò non basta, possiamo aiutare i nostri ragazzi con integratori alimentari che agiscono sui punti più critici:

MEMORIA: integratori alimentari a base di L-Glutammina, L-Asparagina, Fosfoserina e vitamina B6 come B-Total Mind Plus. Tutte sostanze che forniscono un supporto fisiologico nei casi di stanchezza mentale, difficoltà di concentrazione e attenzione, tipiche dei periodi di studio intenso.

AGITAZIONE: integratori alimentari a base di Magnesio (ottimo Hidrasal Magnesio), i livelli elevati di stress intaccano le normali riserve di questo minerale nell’organismo. L’eccessiva diminuzione delle percentuali corrette di questo elemento provocano tremori, crampi, tachicardia, difficoltà di respirazione… una sua corretta reintroduzione ha un effetto benefico sull’umore, sull’energia generale del nostro corpo, è efficacie contro l’ansia e il nervosismo.

INSONNIA: difficoltà ad addormentarsi, frequenti risvegli notturni o risveglio mattutino precoce generano spossatezza, affaticamento, difficoltà nella concentrazione e flessione nel tono dell’umore. Ai pazienti che soffrono di questo disturbo, consiglio di assumere la Melatonina, aiuta a regolarizzare l’equilibrio sonno – veglia e ha effetto rilassante.

Consiglio da figlia

Ricordiamoci che dimostrare preoccupazione e agitazione è deleterio anche per i nostri ragazzi, quindi rilassatevi e bevete qualche tisana e sorridete, vedrete che come ci siamo riuscite noi, sicuramente riusciranno a superare questa meravigliosa prova anche i nostri pargoli. 🙂

Scriveteci le vostre esperienze, sicuramente condividere può insegnarci qualcosa in più!


Esami scolastici: come sopravvivere allo stress

Categoria: Dalla parte dei bimbi