In questo articolo, vogliamo parlarvi di un argomento che ci sta a cuore: la sicurezza dei vostri bambini. Infatti, a partire da novembre 2019 è diventato obbligatorio l’utilizzo di dispositivi anti abbandono per passeggeri di età inferiore ai 4 anni. Il 6 marzo 2020 è la data ufficiale dalla quale potrete incorrere in multe molto salate, con decurtazione di punti dalla patente; il rischio più importante, tuttavia, è quello che riguarda la salute dei vostri bambini.
Chi deve essere collegato con il dispositivo? Il conducente del veicolo, ovvero chiunque stia guidando nel momento in cui il bambino è a bordo (non necessariamente il genitore: possono essere nonni, zii, baby-sitter e quant’altro).

Il governo ha disposto degli incentivi fiscali pari a € 30 per ogni dispositivo acquistato: per presentare la domanda sarà necessario registrarsi sulla piattaforma SOGEI e compilare il modulo apposito.
Quali sono le cose essenziali da conoscere in merito a questa procedura? Innanzitutto, sarà possibile richiedere il buono a partire dal 20 febbraio (sia per chi deve ancora acquistare il dispositivo, sia per chi lo ha già fatto). L’autenticazione sarà effettuata tramite sistema di identità digitale SPID (potrebbe volerci qualche giorno prima che il vostro account SPID sia approvato e disponibile, quindi se ancora non avete portato a termine la procedura online, affrettatevi).
Ultima nota (dolente): gli incentivi saranno distribuiti fino all’esaurimento della somma stanziata dal governo (pari a 5 milioni di euro per il 2020), quindi, in questo caso, la vostra tempestività potrebbe fare la differenza.

Avete già un seggiolino, che però non è munito di sistema anti abbandono? Niente paura! Esistono dei dispositivi integrativi, che potrete utilizzare sul vostro seggiolino riducendo significativamente la spesa.
Noi di Mammacia vogliamo consigliarvene due, li abbiamo scelti perché sono sicuri e affidabili al 100%:

Tippy Cuscino Bluetooth è un cuscinetto da posizionare sul vostro seggiolino, che dovrete collegare allo smartphone via Bluetooth (supporta la connessione fino a 4 dispositivi). Percependo l’allontanamento del telefono e la presenza del bambino in auto, viene inviato un segnale sonoro e visivo; se l’allarme non viene disattivato (e il bambino non viene recuperato) entro 40 secondi, partono degli SMS verso due numeri di emergenza preimpostati, con la geolocalizzazione dell’allarme.

Chicco BebèCare è un dispositivo universale facilmente utilizzabile (basta agganciarlo alle cinture del seggiolino) e comodamente fruibile da app. Anche in questo caso, il dispositivo segnala l’abbandono con allarme visivo e acustico e, se non viene disattivato, invia un messaggio ai numeri di emergenza preimpostati. Questo dispositivo è semplice e veloce da installare, oltre che totalmente sicuro.

Uno dei motivi a cui può essere legato il fenomeno dell’abbandono dei bambini in auto è il grande carico di stress a cui sono sottoposti gli adulti, che può manifestarsi con un disturbo chiamato amnesia dissociativa.
Oltre a munirci dei dispositivi anti abbandono, possiamo ricorrere a qualche trucchetto per essere sicuri di prendere il nostro bimbo quando scendiamo dalla macchina. Ad esempio, lasciando degli oggetti personali indispensabili (borsa, cellulare, chiavi di casa, ecc) sul sedile posteriore, accanto al bambino, ci verrà più naturale girarci per controllare di avere tutto.

Cosa aspetti? Trovi questi dispositivi su mammacia.it! Con Mammacia hai la sicurezza di una spedizione rapida e la garanzia che ti proporremo sempre e solo il meglio per te e il tuo bambino, oltre ad assistenza e convenienza assicurate.


Dispositivi anti abbandono: tutto quello che c’è da sapere!

Dott.ssa Martina
Dott.ssa Martina

32 anni, mamma di Vittoria e di Azzurra, farmacista specializzata in integrazione sportiva.

Categoria: Dalla parte dei bimbi